Angelina Mango: La noia e La rondine

Angelina Mangp arriva sul palco dell’Ariston a 39 anni dall’esordio paterno e 32 anni dopo quello materno. «Già essere qua per me è un assaggio, e mi impaurisce un po’. Ma sono fiera di esserci e voglio godermi il momento», ha dichiarato. La noia, il brano con cui si presenta, è un pezzo autobiografico in cui la cantante si racconta: «Non era nata per Sanremo. È stato abbastanza in dubbio nella mia testa che fosse lei la canzone giusta. Ma poi ho deciso, perché ha un messaggio, ha l’energia, perché è vera». La famiglia Mango prosegue quindi il suo percorso a Sanremo con un misto di timore e adrenalina per il confronto con la storia della musica italiana

 


 

Angelina Mango - La noia
 

 
Il testo di «La noia» di Angelina Mango

Quanti disegni ho fatto
Rimango qui e li guardo
Nessuno prende vita
Questa pagina è pigra
Vado di fretta
E mi hanno detto che la vita è preziosa
Io la indosso a testa alta sul collo
La mia collana non ha perle di saggezza
A me hanno dato le perline colorate
Per le bimbe incasinate con i traumi
Da snodare piano piano con l’età
Eppure sto una pasqua guarda zero drammi
Quasi quasi cambio di nuovo città
Che a stare ferma a me mi viene
A me mi viene
La noia
La noia
La noia
La noia
Muoio senza morire
In questi giorni usati
Vivo senza soffrire
Non c’è croce più grande
Non ci resta che ridere in queste notti bruciate
Una corona di spine sarà il dress-code per la mia festa
È la cumbia della noia
È la cumbia della noia
Total
Ah, è la cumbia della noia
La cumbia della noia
Total
Quanta gente nelle cose vede il male
Viene voglia di scappare come iniziano a parlare
E vorrei dirgli che sto bene ma poi mi guardano male
Allora dico che è difficile campare
Business parli di business
Intanto chiudo gli occhi per firmare i contratti
Princess ti chiama princess
Allora adesso smettila di lavare i piatti
Muoio senza morire
In questi giorni usati
Vivo senza soffrire
Non c’è croce più grande
Non ci resta che ridere in queste notti bruciate
Una corona di spine sarà il dress-code per la mia festa
È la cumbia della noia
È la cumbia della noia
Total
Ah, è la cumbia della noia
La cumbia della noia
Total
Allora scrivi canzoni?
Si, le canzoni d’amore
E non ti voglio annoiare
Ma qualcuno le deve cantare
Cumbia, ballo la cumbia
Se rischio di inciampare almeno fermo la noia
Quindi faccio una festa, faccio una festa
Perché è l’unico modo per fermare
Per fermare
Per fermare, ah
La noia
La noia
La noia
La noia
Muoio perché morire
Rende i giorni più umani
Vivo perché soffrire
Fa le gioie più grandi
Non ci resta che ridere in queste notti bruciate
Una corona di spine
Sarà il dress-code per la mia festa
È la cumbia della noia
È la cumbia della noia
Total
Ah, è la cumbia della noia
La cumbia della noia
Total
Total
 
Nella quarta serata del Festival di Sanremo, dedicata alle cover, Angelina Mango, con Il quartetto d'archi dell'Orchestra di Roma, propone il brano del padre Pino Mango "La rondine".
 

Immagini collegate: