Fascino

Glamour deriva dalla parola inglese “grammarye”, ovvero dottrina occulta, magia, incantesimo.
Non è semplice bellezza ma è un atteggiamento, una sensazione, uno stato d’animo.
Glamour e sinonimo di fascino, con riferimento a eleganza, sensualità, e seduzione.
Un incantesimo che trasforma le apparenze e calamita l’attenzione.
Una miscela fantasmagorica di sensazioni e di intense emozioni, che per descriverle ci provano e ci hanno provato tantissimi illustri filosofi, scrittori, psicologi, giornalisti e tanta gente comune, coniando mille e più definizioni per cercare di esprimere una sensazione interiore, un concetto certamente complicato, percettibile ma non quantificabile.
Glamour, glamourous o glam sono termini ed aggettivi che possono essere riferiti non solo alla persona, ma a fotografia, moda e abbigliamento, oggettistica, cinema, sport, arredamento ecc. e spesso si usano ovunque e per chiunque in maniera impropria.
Quando vediamo una donna bella e elegante spesso diciamo che è glam, con l’intento di definirla attraente.
Secondo la celebre giornalista F. Sozzani: “Il glamour è qualcosa di più.
È quella luce che fa brillare una donna rispetto a un’altra.
È come un ‘ bagliore’ che emana solo lei, con quel suo modo di vestire, di muoversi, di saper indossare abiti che su altre non risaltano.
Il glamour è fascino, è seduzione.
Il glamour non è legato alla bellezza.
Non significa necessariamente eleganza, non è necessariamente legato ad abiti sfarzosi.
Glamourous non significa essere alla moda, ma risaltare per la propria moda.
Una donna con un semplice abito può essere mille volte più glamourous di una super agghindata.
È più sottile come definizione, è piu legata ad un modo di essere, di sapersi porre.
Seduci? incanti? Sei glamourous.
Si associa troppo spesso un trend di moda con il concetto di glamour. Sono due cose distinte e a volte persino lontane. Essere glamourous non significa neppure essere sexy. È un pò di tutto, è un insieme. È come un termine che racchiude mille sfaccettature: dall’eleganza, al fascino, alla seduzione, all’incanto, all’attrazione. Per questo è un termine difficile da applicare a tante persone, a troppe.
È un termine scintillante, che evoca il mondo delle star, del cinema.
È un magnifico complimento e come tale va dosato e “regalato” a chi veramente lo merita.
Diversamente, in tutto questo glamourous della moda dove spesso di glamour c’è poco, si crea solo una grande confusione. E una banale modaiola viene scambiata per una donna glamourous alla stessa stregua di una affascinante, seducente donna di classe. Che è veramente glamourous!”

In fotografia il genere glamour viene identificato in quelle immagini patinate e seducenti che creano subito empatia nei confronti di chi le guarda, rimanendone sedotto, e la donna glamourous è colei che emana una luce diversa da quella di tutte le altre. La luce del proprio carisma.
È una  Ana Beatriz Barrossupermodella brasiliana, nata a Itabira il 29 maggio 1982.
Ora risiede a New York, ma è cresciuta a Rio de Janeiro.
È stata scoperta dal direttore di Elite Model Management mentre era in vacanza in Brasile.
Nel 1998 ha vinto il concorso Brazilian Elite Look of the Year e si è piazzata seconda all’International Elite Look of the Year.
Dopodiché ha ricevuto un’offerta da Guess che le ha portato molto successo. Ha lavorato anche per Victoria’s Secret, Chanel e per la linea di moda JLO di Jennifer Lopez. Ha sfilato anche per Valentino, Missoni, Gucci, Christian Dior, Versace, Dolce & Gabbana, Michael Kors e diverse altre prestigiose case di moda. continua

Angelina Jolie

Aangelina Jolieattrice americana, nata a Los Angeles il 4 Giugno del 1975, è una delleicone di bellezza e sensualità indiscusse degli ultimi anni. E’ stata più volte dichiarata la donna più affascinante dell’universo femminile, ed inserita nella lista delle 100 persone più influenti del mondo, e, oltre ad essere l’attrice più potente nel Guinness dei primati 2009, è molto impegnata nel sociale e con le nazioni Unite.
Figlia del grande Jon Voigh, ha già vinto a soli 35 anni due Golden Globe e un Oscar. Memorabili le interpretazioni di Lara Croft in “Tomb Raider” e della signora Smith in “Mr and Mrs Smith” con il compagno e padre dei suoi figli, Brad Pitt, che ha lasciato la moglie, l’attrice Jennifer Aniston per lei, mamma di sei bambini(tre adottati e tre naturali) continua …

Audrey Hepburn

Il suo vero nome è Audrey Kathleen Ruston. Nata a a Bruxelles il 4 maggio da un banchiere inglese e di una baronessa olandese, è diventata un’icona in tutto il mondo per la sua eleganza senza confronti. con la sua bellezza fragile e malinconica, così diversa dalla prorompente femminilità delle dive dell’epoca, ha lasciato un’eredità unica anche nella storia della moda, proponendo un nuovo ed inimitabile modello di stile e raffinatezza.
E’ stata una delle più grandi attrici del cinema statunitense degli anni 50 e 60. Vincitrice di un Oscar, di un Golden Globe, di un Emmy, di un Grammy e di due premi Tony. Ha lavorato con registi di fama , come Billy Wilder, George Cukor e Blake Edwards, e divenne famosa grazie a ruoli come:
– quello della Principessa Anna in Vacanze romane che le valse l’Oscar come migliore attrice (1953);
– di Holly Golightly in Colazione da Tiffany (1961);
– di Eliza Doolittle nel film musicale My Fair continua …

Charlize Theron

è una modella atrrice sudamericana naturalizzata statunitense nata in Sudafrica a Benoni il 7 agosto 1975, da Charles, di origini francesi, e Gerda Theron, di ascendenze olandesi.
Una delle donne più belle del mondo.Un sorriso dolcissimo, un volto solare e sofisticato unito ad un corpo mozzafiato, fanno di lei una creatura semplicemente incantevole. A 16 anni vince il concorso internazionale per giovani modelle “New Model Today” di Positano. Decide quindi di trasferirsi a Milano per lavorare come modella.
Qui diventa nota per la sua partecipazione ad uno spot della Martini ambientato a Portofino, reso celebre dal suo fondoschiena. In seguito si trasfersce a New York e, alla prima occasione, abbandona il mondo della moda per tornare al suo primo amore: la danza. continua …

Catherine Fabienne Dorléac è il suo vero nome. Figlia d’arte è nata a Parigi il 22/10/1943. Il padre è l’attore di teatro Maurice Dorléac, meglio conosciuto come Maurice Teynac e la madre, anch’essa attrice di teatro, è Renée Deneuve.
Appena debuttante assunse il cognome della madre, Deneuve, lasciando quello paterno, Dorléac, alla sorella maggiore Françoise, anch’essa attrice, morta in un tragico incidente automobilistico nel giugno del 1967.
Fredda, bellissima e misteriosa sono i tre aggettivi che meglio identificano la più grande attrice francese vivente, ed esprimono i tratti più salienti del suo fascino, col quale riesce a far innamorare di sè il pubblico di tutto il mondo e i registi più famosi del panorama cinematografico internazionale.
Un fascino superbo e misterioso, quasi enigmatico, che il regista Roger Vadim seppe intuire e continua …
Catherine Zeta Jonesdi modeste origini, nasce il 25 settembre 1969 a Mumbles, in Galles, un villaggio di pescatori poco lontano da Swansea, da un padre pasticciere e una madre sarta.
Iniziò a cantare e ballare all’età di quattro anni. La sua prima significativa esperienza recitativa l’ebbe a undici anni partecipando alla produzione di Annie, mentre a tredici entrò con la West End Production nel musical Bugsy Malone. L’anno dopo partecipa alla messa in scena di “The Pyjama Game”, un curioso programma ideato da autori americani che gli permette di ottenere la “tessera della corporazione degli attori”.
A sedici anni strappa il suo primo ruolo da protagonista in “Four” di David Merrick mentre l’anno dopo coglie la sua seconda occasione nel revival della “42ma Strada”, dove dapprima sostituisce la protagonista e poi continua …

Grace Kelly

Grace Patricia Kelly, conosciuta come Grace Kelly, simbolo di eleganza per un’intera generazione, e conosciuta anche come Sua Altezza Serenissima Principessa Grace di Monaco, moglie del principe Ranieri III di Monaco e madre del principe regnante Alberto II di Monaco, oltre che delle Principesse Carolina e Stefania di Monaco, nacque il 12 novembre 1929 a Filadelfia, terza di quattro figli.
Dopo essersi diplomata alla scuola superiore, si recò a New York per frequentare l’American Academy of Dramatic Arts. Qui, dopo aver ottenuto il diploma, apparve in varie produzioni televisive e teatrali. continua …

È nata il 15 settembre 1972 ad Oviedo, città della Spagna nord-occidentale capoluogo del principato delle Asturie. Si è diplomata in scienze dell’informazione- giornalismo, all’università di Madrid, approfondendo successivamente i suoi studi universitari in Messico. Secondo indiscrezioni, in Messico, avrebbe posato nuda per un pittore e questo ritratto sarebbe stato utilizzato come copertina di un disco. Dopo la laurea inizia la sua carriera come giornalista e anchor-women della televisione spagnola. In seguito al primo matrimonio civile, durato un solo anno, con il suo professore di letteratura all’università, si fidanza con il principe, e futuro erede al trono di Spagna, Filippo di Borbone…continua

Linda Evangelista

E’ nata il 10 maggio 1965 a St. Catharine’s in Canada. Proviene da una modesta famiglia di origine italiana, con genitori, entrambi ciociari, di Pignataro Interamna. Il suo sogno dichiarato già all’età di 12 anni, è di diventare modella e per raggiungere tale obiettivo s’impegna con tutte le sue forze. Vince il concorso di Miss Teen Niagara e, notata per la sua straordinaria bellezza inizia una inarrestabile scalata al successo. Il suo volto pulito e radioso è ritratto sulle più ricercate copertine a cominciare da Vogue. Si affidano al suo sorriso: Chanel, Calvin Klein, Dolce e Gabbana, Versace, Valentino, YSL, Dior. In quattro anni cambia 17 volte il colore dei propri capelli, ma preferisce il taglio maschile. Si ricordano fugaci apparizioni in video musicali di George Michael… continua

Si chiamava Norma Jean, ma per tutti rimarrà sempre e solo Marilyn Monroe, o semplicemente Marilyn, donna e mito intramontabile, sex symbol fuori da ogni tempo, il cui fascino inusuale e invadente va al di là della bellezza e trova la sua ragione in uno sguardo tristemente altrove, come se tutto quello che viveva non accadesse veramente a lei, come se lei non fosse mai veramente presente. Ogni suo matrimonio, ogni amore, ogni film è segnato dalla sensazione di un fallimento inespresso, ma presente.
Un vagare senza senso, un ansimare a vuoto. Ed è il vuoto, o per meglio dire l’assenza, che più di tutto rafforza la sua immagine rendendola sfuggevolmente perfetta, tragicamente prigioniera di sé e della propria infelicità.
Battezzata con il nome di Norma Jane Mortensen continua …

Sylvia Kristel

Sylvia Kristel La donna che ha fatto impazzire Parigi è stata definita come l’erotismo turgido che ha svegliato il cinema degli anni settanta.
Attrice olandese, modella e cantante, icona, simbolo del desiderio di una sessualità libera e famelica, asseriva che: «Si ha bisogno di inventare, evitando la verità. Si ha bisogno di drammatizzare… che è anche una forma di protezione».
E qual è la verità che bisogna proteggere? La verità del sesso. Quell’insaziabilità amorosa ossessiva che tutti noi abbiamo viva dentro i nostri corpi. Lei ne fu portatrice, senza ombra di dubbio. Poco più che una ragazza, ruppe il perbenismo del mondo mostrando loro che la vera perversione non era tanto darsi al sesso, ma nasconderlo. Conoscerlo e viverlo. Senza fare finta che esso non esista.
Per questo lei ha incarnato Emmanuelle, in ogni suo dettaglio di carne, in ogni suo frammento amoroso, in ogni suo particolare di sesso, pulsante e profondo, senza curarsi dei sessi altrui, di ogni variabile di genere, di ogni metodo usato. E per un’Europa che usciva dal ’68, la sua Emmanuelle fu un abisso di tragico, ma raffinato erotismo che esplodeva fuori dalle pareti dell’intimità borghese. continua …

Nata a Kuwait city il 31 agosto 1970, da entrambi genitori palestinesi, è stata giudicata la donna aristocratica più glamour dei nostri tempi. Nel 1993 incontrò, per caso, ad una cena il principe Abd Allah ibn al-Husayn, che da subito dichiarò di essersi innamorato di Rania. Infatti, dopo soli due mesi la coppia annuncia il proprio fidanzamento e nel giugno dello stesso anno si sposa. Nel 1999, anno in cui Abd Allah ibn al-Husayn ascende al trono, Rania assume il titolo di continua …
Nasce a New York il 22 novembre 1984 da Karsten Johansson, un architetto danese figlio del regista e sceneggiatore Ejner Johansson, e Melanie Sloan, statunitense, nata nel Bronx da famiglia di origine ebraica. All’età di tre anni Scarlett già sogna di diventare attrice, ma soltanto quattro anni dopo inizia a rendersi conto che quello dell’interprete può diventare, più che un gioco, una vera professione, ed infatti inizia a prendere parte ai primi provini per spot televisivi, anche se i pubblicitari le preferiscono suo fratello, provocandole un forte senso di delusione.
Dal 1994 inizia ad apparire in piccoli ruoli in film come Genitori cercasi, Appuntamento col ponte e continua …

Virna Lisi

Scompare una delle più celebri icone del cinena e dello spettacolo della seconda metà del secolo scorso. Un bellissima donna di classe e una grandissima attrice. Con lei vanno via tanti sogni della mia giovinezza. Quanti film ho visto e rivisto, identificando in lei la donna ideale. Sono profondamente emozionato e mi è difficile riuscire in quattro e quattrotto a delineare una figura di una persona tanto importante. I giornali saranno ... continua …

 

Lascia un Commento